Skip to content


SALVINI NON TOLLERA “ZONE FRANCHE”

SGOMBERA IL BAOBAB CON LE RUSPE, MENTRE A BRESCIA DOVREMMO TOLLERARE “ZONE FRANCHE FASCISTE” SUI SAGRATI?

 

La manifestazione di Forza Nuova è incombente, sarà sabato 17 sul sagrato della Parrocchia di San Faustino. Mentre si susseguono riunioni per dare una risposta democratica ai fascisti e si attendono prese di posizione istituzionali precise, le immagini dei TG e i tioli e le foto dei quotidiani on-line di oggi ci gelano: stanno effettuando lo sgombero del Centro Baobab di Roma con ruspe e blindati.

Giornalisti si muovono a balzelloni davanti alle telecamere, sullo sfondo di sbirri, ruspe e blindati in azione, e ci dicono che il governo e il ministro dell’Interno non sono più disposti a tollerare “zone franche” dove regna illegalità. Ma che tutte le persone saranno ricollocate stasera stessa in altra struttura: rassicurante, che buoni che sono. Tanto per gradire.

Che senso di sgomento si prova davanti a questo mesto spettacolo di repressione gratuita fatta per eccitare la pancia sgangherata del popolo gialloverde. Che senso d’irrealtà, invece è tutto vero e fa parte di un disegno preciso e inequivocabile: un disegno fascista e razzista. Per questo riteniamo doveroso rilanciare il comunicato del Centro Baobab ed esortare tutti a mettersi di traverso di fronte a questa deriva fascista che sta accelerando in modo folle.

Ecco un comunicato Baobab: – Centinaia di migranti restano in strada. Due bus della polizia hanno portato i migranti all’ufficio immigrazione, poichè per loro non è stata trovata nessuna soluzione alternativa. Ruspe in azione a favore di telecamera. Sotto lo sguardo dei cronisti assiepati dietro una transenna gli operai hanno iniziato ad abbattere le prime baracche: un piccolo bobkat  alle 10.40 ha abbattuto la prima capanna a destra del cancello di accesso all’insediamento.Le questioni sociali, a Roma, si risolvono così: polizia e ruspa. Il Campidoglio a 5 stelle non è diverso né dai precedenti, né dalla Lega. Una vergogna infinita per questa città.-

 Salvini euforico sta twittando all’universo mondo il suo delirio razzista:-                                                                              “Zone franche, senza Stato e legalità, non sono più tollerate. L’avevamo promesso, lo stiamo facendo. E non è finita qui. Dalle parole ai fatti”-.

Certo, il “Capitano”d’Italia, non ha twittatocon altrettanta foga sul mancato sgombero di Casa Pound a Roma occupato abusivamente dal 27 dicembre 2003

Certo, perché è tollerabile che la polizia accetti la minaccia “ se entrate sarà un bagno di sangue”. Certo, cosa vuoi che sia per uno che continua a recitare la triste“omelia”sulla difesa degli interessi del popolo italiano, un danno erariale di oltre 4 milioni di Eurocertificato dalla Corte dei Conti.

E noi dovremmo tollerare che Brescia diventi “ zona franca fascista”dove tutte le organizzazioni e sigle dell’estrema destra possano continuare a provocare e ad aggredire.

Una forte ragione in più per definire lo stato attuale delle cose “un’autentica emergenza democratica” e mobilitarci tutti contro Fascismo e Razzismo e Nazionalismo demenziale.

 

Posted in informazione antifa, territorio, Varie.