Skip to content


Sappiamo benissimo da che parte tira il vento

Il 28 Settembre l’aggressione dei fascisti di Veneto Fronte Skinheads, con lanci di bottiglie, calci, pugni e cinghiate, una ventina di persone erano rimaste contuse fuori da una birreria. Episodio almente eclatante che perfino la polizia di stato ha dovuto ammettere le responsabilità fasciste dell’aggressione e ha inflitto sette fogli di via.

Lunedì 8 Ottobre si è tenuto il presidio di Forza Nuova a Sarezzo. La nostra risposta: un presidio Antifascista in valle.

9 Ottobre si ritrova un arsenale di armi da guerra in casa di due fascisti cinquantenni bresciani.

12 Ottobre: comunicato di Forza Nuova Brescia che esprime solidarietà all’associazione, che definisce culturale (?), Veneto Fronte Skinheads, per i membri raggiunti da foglio di via per la città in seguito dei fatti del 28 Settembre. Ovviamente nel solito tenore demenziale, e vuole dare una chiara risposta ai “quei soggetti”, che poi saremmo noi, convocando una serata di solidarietà per VFS e per l’area Identitaria Bresciana il 20 ottobre.
Testualmente dice: “La solidarietà del VFS e dell’area Identitaria Bresciana nei nostri confronti è stata forte e immediata dando una chiara risposta di compattezza, ecco perchè riteniamo doveroso rilanciare e invitare tutti a partecipare Sabato 20 Ottobre a una serata sociale presso la nostra Ambasciata-Casa dei Patrioti di via Milano con l’obiettivo di raccogliere fondi per le spese legali dei ragazzi del Veneto Fronte Skinheads.”

La montata della marea fascista sta accelerando, gli episodi si susseguono sempre più rapidamente e con maggiore intensità. Il governo fascio-leghista-stellato autorizza tutti i fascisti ad alzare il tiro delle loro azioni al punto che persino polizia e procura non possono ignorare alcuni episodi e sono costretti a prendere provvedimenti. Provvedimenti per altro, oltre che rari e limitati, sempre abbinati a contromisure repressive verso compagni e antifascisti, per mescolare le carte in tavola e ridurre la percezione pubblica della violenza fascista a una semplice “rissa tra balordi”, come la stampa di regime si affretta a rimarcare.
In questo clima politico di tolleranza e favore verso fascismo e razzismo, l’indifferenziato rumore di fondo prodotto dalla comunicazione fascista si mescola con la generale confusione di contenuti politici ed etici, rischiando di normalizzare le loro parole d’ordine.
Cosa ci dobbiamo aspettarci ancora?
Quando il capitano è fuori a pranzo, i topi fascisti ballano sulla tolda: ANTIFASCISMO ORA!
L’antifascismo si è assopito. Il nostro capitano è l’antifascismo e deve tornare in fretta in strada e nelle piazze. Non basta indignarci per i singoli gesti dei fascisti, non possiamo perdere di vista i folli ideali che rivendicano.
La Lotta Antifascista Militante è più attuale che mai.

“You don’t need a Weatherman to know which way the wind blows” [“Non hai bisogno di un meteorologo per sapere dove soffia il vento”, dalla canzone di Bob Dylan “Homesick subterranean blues”] titolo del documento convention dell’SDS di Chicago del 18 giugno 1969, che propugnava di creare un mondo privo di classi: un mondo comunista”.

Posted in informazione antifa, territorio.

Tagged with , .


[Rod’U]: BRESCIA VS FORZA NUOVA: COSA E’ ACCADUTO VENERDì 7 SETTEMBRE IN VIA MILANO

Riportiamo la ricostruzione fatta da Radio onda d’urto degli avvenimenti di venerdì 7 settembre ed esprimiamo solidarietà ai compagni perquisiti.
Complici e solidali!

BRESCIA VS FORZA NUOVA: COSA E’ ACCADUTO VENERDì 7 SETTEMBRE IN VIA MILANO

La verità sullo scontro davanti alla sede di forzanuova in a di venerdì 7 settembre 2018, denunciato via..social dagli stessi neofascisti e che ha portato la Questura cittadina, poche ore dopo, a perquisire e denunciare (danneggiamento aggravato e lesioni) quattro compagni antifascisti (clicca qui per il post relativo).

Raccogliendo i racconti di alcuni residenti/negozianti della zona e testimoni oculari, Radio Onda d’Urto ha ricostruito i fatti accaduti venerdì sera davanti alla sede di forzanuova in via Milano, svoltisi in modo molto diverso da quanto riferito dai rappresentanti dell’organizzazione neofascista.

Nella serata di venerdì 7 settembre, verso le ore 22, alcuni residenti di via Milano avvertivano gli antifascisti che si stava formando un folto gruppo di militanti di forzanuova (ne sono stati contati almeno 13) davanti alla loro sede; tutti indossavano la stessa maglietta nera con la scritta “Trincea urbana”.

Ritenendo che si stessero preparando per una delle loro cosiddette “passeggiate per la sicurezza”, quindi una ronda razzista in un quartiere che vede una forte presenza di abitanti di origine migrante, una dozzina di giovani antifascisti e antifasciste si portava in loco per verificare la situazione.

Arrivati nei pressi della sede di forzanuova in via Milano, alle ore 23 circa, scoppiava una breve discussione verbale con i militanti schierati all’esterno che rapidamente si trasformava in una colluttazione fisica nella quale i neofascisti avevano la peggio.

A questo punto i forzanovisti cominciavano dalla loro sede un fitto lancio di bottiglie vuote (i residenti hanno segnalato l’esistenza un piccolo deposito di vuoti di birra nel cortiletto interno, risultato, sempre secondo gli abitanti, delle uniche attività svolte durante questi primi mesi di apertura: le bevute di birra nel piccolo spazio all’aperto) e tre di loro uscivano con in mano dei bastoni.

A uno dei neofascisti veniva quindi sottratta l’arma contundente e nel contestuale parapiglia la vetrata della sede finiva in frantumi.

Da questa ricostruzione, ottenuta incrociando diverse testimonianze, si evince quindi che:
-non c’ era preponderanza numerica da parte degli antifascisti, anzi è vero il contrario.
-lo scontro fisico si è svolto inizialmente a mani nude
-sono stati i neofascisti a cominciare il fitto lancio di bottiglie una volta riparatisi nella loro sede, colpendo tra l’altro un negoziante del quartiere ed una automobile di passaggio.
-sono stati alcuni militanti di forzanuova a tentare una sortita, pure questa finita male per loro, impugnando dei bastoni e delle spranghe di ferro.

Ascolta o scarica qui la ricostruzione audio, affidata alla Redazione di Radio Onda d’Urto.

 

Di seguito, invece, il comunicato del CSA Magazzino 47 di Brescia di sabato 8 settembre:

Nella giornata di oggi alcuni compagni sono stati raggiunti nelle proprie abitazioni dalla Digos di Brescia, la quale ha effettuato delle perquisizioni portando successivamente i compagni in Questura. L’accusa sarebbe quella di aver “assaltato”, ieri sera, la sede dei fascisti di in via Milano… La cosiddetta “ambasciata” in territorio straniero, la trincea dalla quale questi fomentatori di odio han dichiarato di voler ripulire la città dai migranti a partire da quello che per loro è il quartiere più degradato della città, perchè quartiere popolare con tutto ciò che questo significa.

Lo scorso mese di giugno i razzisti di Forza Nuova hanno aperto la sede tra i fischi e le proteste di un’intera zona della città, quella che si sviluppa intorno a via Milano, composta da diversi quartieri popolari e da sempre vissuti da nativi e migranti giunti in città per lavorare nelle fabbriche, nella logistica, in varie attività commerciali o nelle campagne della provincia. La popolazione interculturale di questa zona – che è quella dove si trovano anche il CSA Magazzino47, Radio Onda d’Urto, i Cobas, la Palestra Popolare Antirazzista – aveva messo subito in chiaro, con tra l’altro un corteo di oltre un migliaio di persone, che la presenza di questi spregevoli promotori del razzismo e della guerra tra poveri non è affatto gradita a queste latitudini.

Noi, insieme agli abitanti del quartiere e a molte altre organizzazioni antifasciste e antirazziste, avevamo sottolineato fin da subito come la presenza di questa sede in questa parte della città avrebbe alzato la tensione, sia perchè lo scopo di questi personaggi è quello di speculare sul disagio sociale causato dalle politiche di impoverimento dei più poveri promosse dai vari governi che si sono susseguiti negli ultimi anni, sia perchè Brescia è una città dalla forte identità antifascista e dalla tradizione accogliente e interculturale. Le istituzioni politiche, la Prefettura e la Questura, invece, hanno ritenuto – nonostante la natura dichiaratamente neofascista di Forza Nuova e nonostante il loro dichiarato intento di fare “pulizia etnica” – che questa presenza fosse tollerabile. Ecco che dunque, semplicemente, quello che “doveva succedere” è successo. Ma mentre i forzanovisti possono permettersi di aggredire con ronde, spedizioni punitive e aperte dichiarazioni d’odio gli abitanti della zona, chi decide di rispondere alle loro continue provocazioni e difendere il quartiere da questa presenza indesiderata viene subito colpito da misure repressive.

P.S.: Tutto questo ci porta a un’ulteriore riflessione: siamo convinti e consapevoli che nello stato di cose presenti l’antifascismo non sia “cosa dello Stato” e delle Istituzioni, non siamo ingenui. Nè auguriamo denunce o galera a nessuno. Ma stiamo ancora aspettando di sapere se la Libreria 47, lo scorso mese di febbraio, si sia data fuoco da sola…

SOLIDALI E COMPLICI CON TUTTE E TUTTI GLI ANTIFASCISTI E LE ANTIFASCISTE.

CONTRO RAZZISMO, FASCISMO E REPRESSIONE, NON UN PASSO INDIETRO!

 

Posted in informazione antifa, territorio.

Tagged with , , .


VINO, RISATE E SALUTI ROMANI: AVANGUARDIA NAZIONALE RINASCE IN TRATTORIA.

VINO, RISATE E SALUTI ROMANI: AVANGUARDIA NAZIONALE RINASCE IN TRATTORIA.
Articolo di Federico Gervasoni,  La Stampa del 31 luglio 2018
Continua qui  a leggere l’articolo.

 

 

Posted in informazione antifa, territorio.

Tagged with , .


[BRESCIA]: 25 APRILE!

Posted in realtà antifa, territorio.


[BRESCIA]: Portella della Ginestra

Posted in storia e memoria, territorio.


[BRESCIA]: VOGLIAMO LA LIBERTA’

Posted in storia e memoria, territorio.

Tagged with , , .


10 marzo: ’68-’69 il secondo biennio rosso

Posted in Varie.


Carmine resistente 2018

Posted in realtà antifa, storia e memoria, territorio.

Tagged with , .


ASSEMBLEA ANTIFASCISTA

A seguito dell’importante mobilitazione di sabato 10 febbraio è indetta un’ASSEMBLEA ANTIFASCISTA aperta a tutti/e per cercare di dare continuità all’azione antifascista.

LUNEDI’ 19 Febbraio ore 20,30 presso il Circolo di via Porta Pile 19 a Brescia.

Vi aspettiamo.

Posted in territorio.


ANTIFASCISMO ORA!

Posted in informazione antifa, territorio.

Tagged with , , , , .


La cultura del Far West

I fascisti bresciani hanno sposato in pieno la cultura del “facciamoci giustizia da soli”: da
un lato annunciano la ripresa delle ronde cittadine in nome dell’ordine e della “pulizia”. Si improvvisano poliziotti ma fanno quello che hanno sempre fatto: squadristi, picchiatori pronti a sedare il crimine preferibilmente se con la pelle scura o con le insegne antifasciste.
Dall’altro, lato aprono una campagna di raccolta fondi per sostenere le spese legali di un
assassino, già condannato in primo grado per aver sparato ad un ladruncolo.
Se la logica è quella di farsi giustizia da soli con l’ausilio di armi da fuoco o manganelli,
allora, visto che la legge italiana vieta espressamente il fascismo, chi si professa tale o
aderisce ad organizzazioni nazi-fasciste, deve essere perseguito non con le denunce ma con le
bastonate.
Questa cultura che lor signori professano va condannata e respinta perché il crimine non si combatte
chiudendosi in casa dietro fili spinati e nidi di mitragliatrici o militarizzando le città.
Il crimine si combatte con la solidarietà e con la socialità: riempiendo le strade e le piazze.

Posted in informazione antifa, territorio.

Tagged with , , .


NESSUNO SPAZIO AI FASCISTI

NESSUNO SPAZIO AI FASCISTI

Mentre l’intero Paese assiste e si indigna per le continue provocazioni di stampo squadrista e molte Amministrazioni Locali stanno deliberando per arginare il libero utilizzo di spazi e luoghi pubblici a fascisti, razzisti e nazisti anche gli squadristi bresciani escono allo scoperto.

Giovedì 14 dicembre in una sala pubblica di competenza della Amministrazione comunale cittadina, la sala di via Rampinelli a Mompiano, terranno una conferenza dal titolo “Manifesto Occidentale: un percorso di rinascita Europea” a firma di Ordine Futuro, la rivista ufficiale di Forza Nuova.

Forza Nuova, quelli che solidarizzano con il Veneto Fronte Skinhead autore del raid di Como, o quelli che assalgono le redazioni dei giornali.

Insomma fascisti e squadristi.

APPUNTAMENTO

PER TUTTI GLI ANTIFASCISTI E ANTIFASCISTE GIOVEDI’ 14 DICEMBRE

ORE 20,30

FERMATA METROPOLITANA MOMPIANO

Brescia Antifa

Posted in realtà antifa, territorio.

Tagged with , , .


[BRESCIA]: 2 DICEMBRE PRESENTAZIONE CON EMILIO QUADRELLI

Posted in informazione antifa, territorio.

Tagged with , , , , , , .


1917-2017: PER LA RIVOLUZIONE D’OTTOBRE

Posted in storia e memoria.

Tagged with , , , .


[BRESCIA]: PROIEZIONE DI THE ANTIFASCISTS

brescia the antifascists

Posted in informazione antifa, territorio.

Tagged with , , , , , , .